1/9

NEWS

TRS RADIO E' NEL CUORE DELLA NOTIZIA

MUSICA, INFORMAZIONE E VARIETA' PER UNA RADIO CHE ACCOMPAGNA OGNI MOMENTO DELLA TUA GIORNATA!

I LUF, Sabato 12 Novembre ore 14:30 "ViVOLiVE " TRS Radio

ViVoLive Sabato 12 Novembre ore 14:30

I LUF- diretta dallo studio di TRS Radio

Si intitola “Verso un altro altrove” il primo singolo radiofonico estratto da “Delaltèr”, il nuovo lavoro de I Luf uscito lo scorso 21 giugno. Il brano vede la partecipazione del cantautore Alessandro Sipolo, che affianca la voce del leader della band bresciana Dario Canossi in una canzone che è una sorta di manifesto dell'album, interamente dedicato al tema delle migrazioni, di “quando il viaggio diventa fuga e il viaggiatore diventa migrante”.

Proposta come singolo in una versione rock (mentre nel disco è presente anche in acustico), “Verso un altro altrove” è una traccia che profuma d'Oriente e affronta sui ritmi cari ai Luf il disincanto di un viaggio partito con la speranza e terminato “fra gli ulivi e le lampare dove ora crescono le bare”. I Luf raccontano le migrazioni con quella consueta miscela di divertimento e impegno tipica della band, stemperando nell’allegria della musica la tragicità degli accadimenti e non dimenticando le loro origini valligiane.

Il titolo del lavoro“Delaltèr”, infatti, in stretto dialetto Bresciano della Valcamonica, significa “dall’altra parte”, in contrapposizione a “de là” è completato dal sottotitolo “Verso un altro altrove”. Una “direzione ostinata e contraria” in un doppio disco dal packaging originale, progettato e pensato da Moreno Pirovano fondatore dello studio Zampe Diverse e impreziosito da un libretto a fumetti e da un poster che ritrae il gruppo sempre in formato comics. Oltre a “Verso un altro altrove”, “Delaltèr” contiene canzoni cariche di pietà come “Lampe Crucis”, dedicata all’isola martire di Lampedusa, oppure di (laica) spiritualità come “Ave Maria Migrante”, dove la Madonna diventa “madre di tutti i clandestini” che dopo aver “pianto suo figlio sulla croce ascolta le lacrime di chi non ha più voce”.

Ma “Delaltèr” è anche un disco di festa, a partire dalla title-track che è un inno al viaggiare sempre e comunque, magari muovendosi sul passo folk diviso fra America e montagna di “Questa macchina”, o passeggiando nella storia sino a sconfinare nella leggenda con “Don Vecare”, brano che narra la storia di Giorgio Vicario il Bullo di Pisogne, bandito del ‘700 decapitato dai suoi stessi compagni di ruberie e malefatte. E se “Signora dai lunghi pensieri” è un viaggio negli affetti e negli amori che a volte ritornano, “Camminando e cantando” è l'unico brano del disco non scritto dai Luf, essendo una delle canzoni più popolari della musica brasiliana, portata al successo in Italia negli anni ‘60 da Sergio Endrigo.

Tuttavia un'opera sul viaggio non può dimenticarsi di chi ha compiuto l'ultimo tragitto, quello definitivo, e così “La lüna le ‘na randa mata” accompagna Ugo, amico fraterno e fan dei Luf, rivolgendosi alla luna tanto cara ai lupi, per avere risposte che non potranno mai arrivare. Dentro il vento soffiano infine anche le domande implicite nella chiusura di “Bare a Vela”, una brevissima poesia sui migranti accompagnata dalla sola chitarra e da un verso tanto delicato quanto implacabile: “chi ha messo le vele alle bare lo sai solo tu”.

Il secondo cd di “Delaltèr” riprende buona parte dei brani del primo, ma con arrangiamenti più acustici, e due canzoni del passato ancora sulle migrazioni: “O pescator che peschi” realizzata a cappella con il solo suono del mare ad accompagnare le voci e “Stella clandestina”. Anch'esse, come tutte le altre tracce del disco, sono piccole grandi reazioni al disincanto dei nostri tempi, ferme nella gioia dell'impegno e senza alcuna pedanteria, lasciando che chi balla possa anche pensare. Perché ogni uomo non potrà mai viaggiare davvero senza le sue gambe, ma anche senza la testa e il cuore.

Link http://www.iluf.net https://www.facebook.com/BrancoDeiLuf

Sintonizzatevi sui 104.800 Mhz, in streaming su www.trsradio.it o con la app gratuita per tablet e smartphone "Tunein radio".

APPUNTAMENTI
DA NON PERDERE!
LAST NEWS
TRS RADIO NELLA NOTIZIA
FATTI SENTIRE!
METTITI IN CONTATTO CON NOI!